Search   You are here:  Home  
Registrati! Riduci

Per essere periodicamente informato sugli incontri e le iniziative del Gruppo di Lavoro iscriviti nella sezione sottostante

Stampa  

Login Riduci


Registrazione
Hai dimenticato la Password ?

Stampa  

Collegamenti Riduci

Coordinamento A21L Italy

 

Per info:

Segreteria tecnico scientifica

Ecoazioni

Stampa  

Segnalazioni Riduci
Stampa  

Dalla valorizzazione degli ambiti fluviali all'impegno dei Contratti di fiume Riduci

Il Tavolo Nazionale dei Contratti di Fiume nasce come gruppo di lavoro del Coordinamento A21 Locali Italiane, con l'obiettivo di creare una community in grado di scambiare esperienze e promuovere i Contratti di Fiume in Italia.

Allo stato attuale si registra un notevole incremento dei CdF attivati, anche, sottoforma di Contratti di Lago, Foce, Costa, ecc. Ad oggi sono stati realizzati 7 Tavoli Nazionali, Umbertide( 2008), Rimini (2008), Arezzo (2009), Roma (2009), Milano (2010), Torino (2012), Bologna (2012), ed è in corso la realizzazione dell'VIII Tavolo Nazionale di Firenze.

Tutti possono collaborare alle finalità del Tavolo, Regioni, Province, gruppi di Comuni, associazioni o singole comunità che intendono  avviare strategie partecipate per salvaguardare fiumi, laghi e coste marine  e siano pronti a farlo in modo partecipato e cooperativo.

Stampa  

Documenti Riduci
Stampa  

Il Tavolo Nazionale Fiumi Riduci

 NEWS:  Il 9 dicembre 2013 si è tenuto a Firenze l’VIII Tavolo Nazionale dei Contratti di Fiume. Da oggi Online la lettera inviata al Tavolo dal Ministro dell’Ambiente On. Andrea Orlando, le presentazioni dei relatori,  tutti i paper presentati, i poster e molti altri materiali (presto anche i video e la galleria fotografica).

In questo VIII Tavolo di Firenze si sono alternati sul palco 30 relatori; 14 i progetti premiati  su 49 presentati, 2 Commissioni di valutazione scientifica attivate, esposti 27 poster inerenti alle esperienze dei territori. Particolarmente rilevante la multidisciplinarità e scalarità dei relatori e valutatori scientifici coinvolti: Una istituzione internazionale (UNESCO); il Ministero dell’Ambiente della Vallonia (Belgio), Tre Ministeri Nazionali (Ambiente,  Economia e Beni Culturali);  otto Regioni italiane (Abruzzo, Campania, Emilia Romagna, Lombardia, Piemonte, Toscana, Umbria e Veneto);  cinque Autorità di Bacino (Arno, Iri-Garigliano, Po, Serchio, Tevere);  tre  Province (Firenze, Imperia e Lucca); un Comune (Ferrara); due Istituti di Ricerca (RPI-CNR e ISPRA); sette Università (Firenze, Napoli, Padova, Perugia, Roma, Urbino, Venezia);  un Ordine professionale (Agronomi); sette Associazioni (As. Arno, Cirf, Federparchi, Legambiente, Sigea, Ag.21 Italiane, INU)… ed oltre 300 partecipanti e aderenti alla Comunità dei Contratti di Fiume, che con la loro presenza hanno concretamente dimostrato che nei territori fluviali italiani il “Cambiamento è in Atto”.

Tutti i documenti relativi all'incontro ora online

                       

 

 NEWS: Posticipata al 25 novembre 2013 la consegna del Call for Papers per l'assegnazione del premio dell'VIII Tavolo Nazionale dei Contratti di Fiumi - Informazioni per partecipare

E' disponibile on line il Call for Papers per l'assegnazione di un premio all'esperienza più singolare di Contratti di Fiume (o di Lago, Falda, Foce, Costa e Paesaggio fluviale) e riqualificazione fluviale, sulle specifiche tematiche processi partecipativi, integrazione tra strumenti di pianificazione e programmazione, risultati concreti ed ai lavori accademici ed universitari dedicati a questi temi.

In allegato la Call curata da Alta Scuola

   

NEWS: Incontri preparatori e divulgativi dell' VIII Tavolo Nazionale dei Contratti di Fiume. 

Gli incontri svolti fino ad oggi si sono tenuti  a Firenze 25/09/2013 (Regione Toscana), Milano 30/10/2013 (Regione Lombardia), Mestre -Venezia 8/11/2013 ( Unione Veneta Bonifiche). L'ultimo incontro si terrà a Lucca il 26/11/2013 alle ore 9.00 presso la Provincia di Lucca, Palazzo Ducale, Sala Mario Tobino.

Incontro Lucca:

Incontro  Milano

Incontro Rimini

Incontro Venezia:

 

NEWS: Si è riunito a Firenze  il 25 settembre 2013 presso la Regione Toscana il Comitato Promotore dell'VIII Tavolo Nazionale dei Contratti di Fiumi.

Disponibile una sintesi degli interventi e dei contributi giunti sulle temtiche affrontate dalle sessioni di lavoro.

Documento preliminare

Verbale comitato promotore

Allegato 1 - Contributi

 

NEWS: Il Tavolo Nazionale dei Contratti di Fiume partecipa al Gruppo di Lavoro sul Dissesto Idrogeologico coordinato da Legambiente e formato da associazioni ambientaliste, ordini professionali, categorie economiche per studiare soluzioni più efficaci di difesa del territorio

Il 6 settembre il Gruppo di lavoro è stato ricevuto presso la sala Europa del Ministero dell'Ambiente dove è stato consegnato il documento redatto e concordato tra tutti i soggetti aderenti al Gruppo di Lavoro. I Contratti di Fiume compaiono nel documento nel paragrafo riguardante "Governo del Territorio e semplificazione normativa". Il MInistro Orlando ha definito il documento presentato "ricco di proposte e buone idee" contestualmente Orlando ha riconosciuto ai Contratti di Fiume "un ruolo efficace nei processi di governance". Tra le proposte avanzate far divenire il gruppo di lavoro un interlocutore da consultare periodicamente e organizzare un incontro nazionale sul tema.

Documento sul rischio idrogeologio

 

NEWS: Contratti di Fiume: "il Governo li riconosca". Due Mozioni, una al Senato della Repubblica ed una alla Camera dei Deputati sono state presentate con riferimenti ai Contratti di Fiume.

Sono quasi 60 in Italia le realtà in cui i contratti di fiume stanno dimostrando di funzionare. Ora serve un cambio di passo, serve un riconoscimento politico in grado di delegare a livello locale la salvaguardia e la tutela dei territori e dei cittadini.

Mozione Senato                       Mozione Camera dei Deputati

 

 

NEWS: On Line il documento finale "Position Paper" emerso dai lavori del VII Tavolo Nazionale Contratti di Fiume.

"Obiettivi ed azioni a sotegno della diffusione dei Contratti di Fiume in Italia: le proposte del VII Tavolo Nazionale dei Contratti di Fiume"

 

 

NEWS: Si è svolto il 16 Novembre 2012 a Bologna il VII Tavolo Contratti di Fiume. Tutti i documenti relativi all'incontro ora online

ll VII tavolo si è svolto a Bologna in viale della Fiera n.8  presso la sede regionale Emilia Romagna. Il VII Tavolo è stato un'occasione per riflette collettivamente sulla gestione e manutenzione dei territori fluviali italiani, in maniera multiattoriale e multidisciplinare, per progettare un "green new deal" che metta assieme ambiente, economia e società. Nel VII Tavolo di Bologna, nello spirito delle A21L, si è dato vita ad un laboratorio di idee durante il quale è stato possibile, condividere indirizzi e approcci comuni, elaborare strategie.

     


NEWS: Si è svolto il 3 Febbraio 2012 a TORINO il VI Tavolo Contratti di Fiume.

In collaborazione con Regione Piemonte Direzione Programmazione Strategica, Politiche Territoriali ed Edilizia e  Direzione Ambiente della Regione Piemonte. Il VI tavolo si è svolto a Torino in via Giolitti n. 36 presso il Museo Regionale di Scienze Naturali. Dopo Umbertide, Rimini, Arezzo, Roma e Milano il VI Tavolo Nazionale dei CdF si è tenuto quest'anno a Torino presso la Regione Piemonte. Il Tavolo precedente tenutosi iln Lombardia ha dimostrato con le sue 300 presenze l'importanza di questo inperdibile evento per chi si occupa di pianificazione e programmazione dei territori fluviali. Il tavolo, in un anno che ha visto i fiumi protagonisti di eventi calamitosi come quelli di Liguria, Toscana e Sicilia, ha voluto essere l'ccasione per un momento di riflessione collettiva sulla gestione dei territori fluviali, da parte di Enti pubblici, amministratori tecnici e comunità locali. Il Convegno si è confermato come luogo di incontro e di confronto degli esperti delle politiche di sviluppo territoriale e di protezione delle acque per costruire insieme una proposta concreta di valorizzazione del Contratto di Fiume come strumento strategico per la valorizzazione dei bacini idrografici.
Sono intervenute Istituzioni nazionali, rappresentanti del Ministero dello Sviluppo Economico e del Ministero dell'Ambiente, ed europee, rappresentanti della Direzione Generale Regio. 
Il VI Tavolo di Torino ha confermato l'interesse diffuso a livello nazionale per i temi trattati. Nonostante le avverse condizioni atmosferiche che hanno interessato l’intera penisola. La “community” dei Contratti di Fiume non si è fermata! Tra le 100/150 persone hanno partecipato al Tavolo ed oltre 200 si erano gli iscritti.

   
La Community dei Contratti di Fiume a Torino, l'Assessore  all'Ambiente della Regione Piemonte apre il lavori del VI Tavolo Nazionale dei CdF, La prima sessione dedicata alle esperienze di CdF in Italia e l'intervento di Nicola Notaro DG Ambiente Commissione EU.

Scarica le relazioni ed i poster del VI Tavolo

NEWS: Il coordinamento della Commissione Ambiente e Energia della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome, presieduto dall’assessore all’Ambiente della Regione Piemonte, Roberto Ravello, a partire dalla seduta della Commissione dello scorso 2 marzo, ha avviato un percorso di condivisione della Carta Nazionale dei Contratti di Fiume. Il documento (disponibile in allegato) era stato presentato nell'ottobre del 2010 a Milano, durante il V Tavolo Nazionale dei Contratti di Fiume organizzato da Regione Lombardia. "La Commissione" prosegue la Regione Piemonte "ha dato mandato al Coordinatore sia di diffondere presso tutte le Regioni e Province autonome il testo del documento sia di attivare con le competenti Autorità statali, un percorso utile per dare legittimazione allo strumento dei Contratti di Fiume in Italia. Sul fronte del coinvolgimento del Ministero dell'Ambiente si ritiene che l'attivazione di un tavolo debba avere come obiettivo la valutazione in ordine all'opportunità e alle modalità di un riconoscimento a livello nazionale dei Contratti di Fiume quale sede privilegiata per condividere ed armonizzare a scala di bacino le politiche di gestione del territorio e di allocazione delle risorse economiche necessarie per raggiungere gli obiettivi di recupero e riqualificazione degli ambienti fluviali". 

                                                                           

Carta Nazionale Contratti di Fiume             Verbale 2 marzo 2011 - Commissione Regioni Ambiente  

NEWS: Il "V° Tavolo Nazionale dei Contratti di Fiume - La Carta Nazionale dei Contratti di Fiume - governance e  partecipazione parole chiave per la riqualificazione dei bacini fluviali“, si è tenuto giovedì 21 ottobre 2010, presso l' Auditorium "Giorgio Gaber", Palazzo della Regione Lombardia, Piazza Duca D'Aosta, 3 – Milano. L'Iniziativa è organizzata da Regione Lombardia, in collaborazione con Regione Piemonte, Autorità di Bacino del Fiume Po, Gruppo di Lavoro del Coordinamento Nazionale dei Parchi Fluviali e Gruppo di Lavoro Nazionale dei Contratti di Fiume delle Agende 21 Italiane, all'evento hanno partecipato circa 300 persone. Durante l’incontro è stata presentata la Carta Nazionale dei Contratti di Fiume. Si tratta di un documento che andrà in partecipazione a partire dai prossimi mesi al fine di giungere ad un testo definitivo che verrà presentato nel corso del VI° Tavolo che si svolgerà nella primavera del 2011. L'obiettivo è quello di giungere ad una Carta che possa essere approvata dalle Regioni, Province e Comuni, come atto d'indirizzo e d'impegno da perseguire negli interventi di riqualificazione e valorizzazione dei bacini fluviali. Si tratta di un importante passaggio da avviare anche in previsione degli impegni connessi all'attuazione della direttiva Quadro Acque 2000/60.

  

Per ottenere maggiori informazioni e scaricare relazioni ed interventi dei relatori è attiva una pagina web dedicata .

 

4° Tavolo Nazionale: Roma, 25 settembre 2009

3° Tavolo Nazionale: Arezzo, 17 aprile 2009

2° Tavolo Nazionale: Rimini, 6 giugno 2008

      

1° Tavolo Nazionale: Umbertide (Pg), 4 aprile 2008

     

   

 

 

 

 

 


Stampa  

Segnalazioni Riduci

Il nuovo sito dei Contratti di fiume della Regione Lombardia, uno strumento di comunicazione e lavoro voluto dalla Direzione Generale Reti e Servizi di pubblica utilità e Sviluppo sostenibile. Un progetto web ideato, sviluppato e gestito in collaborazione con l'Istituto IREALP.

 

AquaFil is a network of territories, focusing on river management issues and environmental education. After being founded by four members, the AquaFil European network (Interreg IIIC Programme) was enlarged and now includes seven members.


L’eau est un thème fondateur et fédérateur pour le territoire du Val d’Adour (économique, paysager, culturel…). Il n’en est pas moins problématique avec des enjeux quantitatifs, qualitatifs et de sensibilisation forts pour l’avenir du territoire.


Depuis 5 ans, L’Association pour l’aménagement de la vallée du Lot gère le Contrat de rivière Célé. Ce dernier a permis d’initier de nombreuses actions en faveur d’une meilleure gestion de l’eau sur son territoire.

  

Aux quatre coins de la Wallonie, des contrats de rivière sont acteurs dans la gestion de nos cours d'eau. Les citoyens, les communes, les écoles, les administrations, ... sont tous invités comme partenaires des contrats de rivière.

Stampa  

Archivio news Riduci

Un fiume per il territorio Indirizzi progettuali per il parco fluviale del Valdarno empolese. a cura di Magnaghi, Alberto; Giacomozzi, Sara. Collana: Strumenti per la didattica e la ricerca. Comitato Scientifico: Territori anno 2009

  

Il volume presenta i risultati di una ricerca svolta dal Dipartimento di Urbanistica e Pianificazione del Territorio (Corsi di laurea in Pianificazione di Empoli) in collaborazione con il Circondario Empolese Valdelsa, finalizzata alla definizione delle linee progettuali (Master Plan) per il parco fluviale dell'Arno e dei suoi affluenti Pesa ed Elsa nel territorio empolese.
L'adozione
di un'analisi integrata delle risorse locali ha posto le basi per l'individuazione delle criticità del sistema territoriale e per la rappresentazione consapevole e fortemente interpretativa dei beni patrimoniali ambientali, territoriali e paesaggistici.
In fase di progetto l'uso di scenari evolutivi dell'intero territorio ha consentito di verificare la coerenza dei singoli progetti in cui si articola il Master Plan e delle specifiche politiche settoriali. Proprio la rappresentazione di scenari, considerati come fissazione di uno step di definizione e condivisione progettuale, caratterizza in modo innovativo il «Contratto di fiume», che è proposto come strumento di gestione e attuazione del piano.

 

 

 

 

Presentazione del libro. STRA.RI.FLU.: metodi, strategie, risultati del processo partecipativo

 
 Calvatone venerdi' 26 marzo 2010 ore 17.00 presso la sede del parco Oglio Sud
 


L'obiettivo principale del progetto è costituito dal miglioramento della qualità ambientale del Fiume Oglio sviluppando ed incrementando condizioni di maggiore naturalità, affrontando secondo un approccio integrato gli apetti ambientali, sociali, economici, di riduzione del rischio idraulico e di gestione complessa della risorsa idrica.
Per raggiungere questo obiettivo è stato elaborato un Piano d'azione condiviso e partecipato che costituisce un documento di indirizzo per la stesura di un Contratto di Fiume. Il progetto coinvolge 2 parchi regionali, 50 comuni, 4 province. 


 

 

 

Tavola rotonda: Un Patto per il Tevere Proposte e azioni per la riduzione del rischio idrogeologico

 

Roma, Martedì 16 marzo - ore 9,30 Sala della Mercede, Camera dei deputati Via della Mercede, 55 Roma. Legambiente e Anci lanciano, dal bacino del fiume Tevere, il Patto per il territorio, chiedendo l’impegno di Enti locali, Autorità di bacino e Associazioni di categoria per promuovere una nuova cultura del territorio e dei fiumi applicando una seria politica di prevenzione e previsione capace di avanzare proposte d’intervento per una concreta azione di mitigazione del rischio idrogeologico. Partecipano:  Vittorio Cogliati Dezza, Giorgio Zampetti, Flavio Morini, Giorgio Cesari, Massimo Gargano, Massimo Bastiani, Alessandra Paciotto, Lorenzo Parlati, Maurizio Gubbiotti, Angelo Alessandri*, Ermete Realacci.

 

 

 Convegno: Costruire Paesaggi Partecipati Esperienze a Confronto

                                                  
Si è svolto a Genova dal 19 al 20 novembre 2009 presso la Facoltà di Architettura il Convegno organizzato da: Comune di Genova; Provincia di Genova, Istituto Nazionale di Urbanistica – Sezione Liguria, Commissione Nazionale INU Urbanistica Partecipata e Comunicativa, Dipartimento Polis – Facoltà di Architettura di Genova.

Nella giornata del 20 novembre si è affrontato il tema della partecipazione nella gestione del paesaggio, mettendo a confronto esperienze provenienti da tutta Italia.

Scarica la presentazione di Ecoazioni
 

 

Dipartimento di Studi Urbani - Università Roma 3 -Workshop progettazione partecipata a Valco San Paolo (Roma) e Contratti di fiume 2009

 

I passi del metodo di progettazione sperimentato nel workshop sono:
 
 

  - sopralluogo e costruzione della mappa della wholeness. La mappa identifica gli elementi costitutivi della wholeness  (completezza,interezza,…), la struttura più vasta che si può percepire in ogni specifico luogo (cfr. C. Alexander). Analisi delle esigenze e dei desiderata degli abitanti.I documenti analizzati contengono i risultati dei processi partecipativi svolti di recente a Valco da una parte dei docenti.Visioning.“Racconto dal futuro” scritto dagli studenti. Nel visioning vengono prefigurati i centri, cioè i sistemi fisici distinti le cui caratteristiche dimensionali, geometriche ecc. consentono e favoriscono lo svolgimento di specifiche, nuove attività (cfr. C. Alexander). Ogni gruppo di lavoro elabora una ‘visione’ tenendo conto della wholeness del luogo e dei risultati della partecipazione. Procedura di unfolding (semplificata) finalizzata all’elaborazione del progetto dei centri prefigurati nel visioning. Unfolding significa “sviluppo con mantenimento della wholeness del luogo” (cfr. C. Alexander). I centri sono progettati ad una scala e con un livello di dettaglio compatibile con al durata del workshop.

 

Per vedere i progetti dei gruppi di lavoro

NEWS

Ci sono importanti novità relative ai progetti di partenariato per accedere a programmi europei di finanziamento. Grazie alla collaborazione con InEuropa puoi consultare i programmi aggiornati al 26 agosto 2009.

Stampa  

News Riduci

Il Tavolo Nazionale dei Contratti di Fiume aderisce all'iniziativa che si svolgerà a Roma nell'ambito del World Water Day 2014 UNESCO. Convegno "Acqua e salute per la popolazione" 21-22 marzo Roma via dei Robilant 1.  La giornata è promossa dall'Università del Foro Italico ed affronterà il tema in una prospettiva multidisciplinare considerando le problematiche sanitarie, ambientali e sociali connesse ad un uso sicuro e sostenibile delle diverse tipologie di acque.

Scarica il programma

News: Per i Patecipanti all' VIII Tavolo Nazionale dei Contratti di Fiume  il libro  "CONTRATTI DI FIUME PIANIFICAZIONE STRATEGICA E PARTECIPATA DEI BACINI IDROGRAFICI"  curato da M.Bastiani con Editore  Dario Flaccovio, verrà venduto con uno sconto del 20% e senza spese di spedizione. Per l'eventuale acquisto chiedere direttamente all'editore ricordandosi di citare la propria partecipazione al convegno.

 

Link sito editore


 

News:  LA MITIGAZIONE DEL RISCHIO IDROGEOLOGICO, UNA PRIORITA' PER L'ITALIA

Il Tavolo Nazionale dei Contratti di Fiume assieme alle associazioni e ordini professionali invia una lettera al Presidente del Consiglio Enrico Letta, perchè si agisca con emergenza nella prevenzione del rischio.

Lettera al Presidente del Consiglio Enrico Letta

 

News: Il libro  "CONTRATTI DI FIUME PIANIFICAZIONE STRATEGICA E PARTECIPATA DEI BACINI IDROGRAFICI"  curato da M.Bastiani ha vinto il premio INU urbanistica letteratura 2013.

La premiazione avverrà nel corso del XXVIII Congresso Nazionale INU che si terrà a Salerno il 24 ottobre 2013 presso il Palazzo di Città.  www.inu.it/

 

News: Si terrà a Roma l'11 Ottobre 2013, presso l'Aquario Romano in piazza Manfredo Fanti 47, l'incontro dal titolo " Verso la Conferenza del Sistema Nazionale per la Protezione dell'Ambiente"

 Scarica programma

 

News: Convegno  "Il Contratto di fiume e le criticità ambientali"   il 15 giugno 2013 presso il Centro Culturale Candiani, sala IV piano, Mestre.

Scarica programma

Scarica locandina

 

News: Alta Scuola organizza il corso  "La Manutenzione delle Opere e del Territorio" che si terrà il 10-12 luglio 2013 presso il Comune di Todi, Palazzo del Popolo, Sala Consiliare e Sala delle Porte, Piazza del Popolo, Todi.

Scarica programma

 

 

 

News: Il Tavolo Nazionale Contratti di Fiume tra i Promotori di un Coordinamento nazionale sul Rischio Idrogeologico: Lettera aperta ai candidati alle elezioni politiche

Visualizza il testo della lettera

 

News: Il Tavolo Nazionale Contratti di Fiume prenderà parte al Convegno Nazionale  " La conservazione della biodiversità e degli ecosistemi acquatici nella rete ecologica nazionale. Dalle politiche settoriali all'integrazione: il ruolo delle aree protette"  che si terrà a Potenza, Università degli studi di basilicata il 21 Maggio 2013 - ore 9.00/19.00.

Scarica la locandina

 

News: We present you the opportunity to apply to participate in a European Commission trade mission for growth to China, centered on the theme of 'Green Growth', from 18-20 July '13. Commissioner Potočnik will join Vice-President Tajani on this mission. Please see the following link for more information and to apply to join the mission: http://ec.europa.eu/enterprise/initiatives/mission-growth/missions-for-growth/antonio-tajani/asia/china/index_en.htm. Please note that there is only a limited number of places available in this mission, so we encourage interested organizations to react as soon as possible. The deadline for submitting an application is May 24th.

  

News: L'accademia dell'ambiente organizza il seminario  "I contratti di fiume per la difesa del suolo", che si terrà il 11 marzo 2013 alle ore 9.00 presso l'Accademia dell'ambiente in via Aurelia Antica n.300, Roma.

I Contratti di Fiume si pongono come uno strumento di “programmazione negoziata” dei bacini fluviali che consente di affrontare in maniera sistemica ed integrata le problematiche complesse, ambientali, sociali ed economiche che di solito sono affidate a politiche settoriali, in modo da ridurre i conflitti e promuovere partenariati pubblico - privati.

Preiscrizione obbligatoria su www.ambiente.aghape.it

Scarica programma

 

News: 2013, Anno internazionale della Cooperazione Idrica  "Creare lavoro nell'anno dell'Acqua regolazione, prevenzione, cura, manutenzione, gestione della risorsa comune", si terrà il 15 febbraio 2013 alle ore 9.30 presso la CGIL Nazionale in Corso d'Italia n.25 Roma.

La CGIL vuole richiamare le forze che si candidano al Governo e alle Amministrazioni regionali, verso la promozione  di conservazione, gestione ed uso sostenibile dell'acqua, risorsa vitale per le popolazioni e per l'economia, contrastando la scarsità legata agli effetti dei cambiamenti climatici, la dispersione provocata da reti obsolete e superando l'inquinamento da acque reflue, urbane ed industriali. In questa prospettiva, la CGIL ritiene il 2013, anno dedicato dall'ONU alla Cooperazione idrica, un periodo non superabile per realizzare la pianificazione della normale prevenzione/manutenzione e la corretta gestione della risorsa idrica, garantendone quantità e  qualità. 

Scarica preannuncio

 

News: Conferenza nazionale sul rischio idrogeologico " Prevenzione e mitigazione del rischio - Le prioritò per il goverso del paese", si terrà il 6 febbraio 2013 alle ore 9.30 presso il Palazzo Rospigliosi in via XXIV maggio n.43 Roma. Promotori: Legambiente, Coldiretti, Anci, Consiglio nazionale dei geologi, Consiglio nazionali architetti, Consiglio nazionale dei dottori agronomi e forestali, Inu, Anbi, WWF, Touring Club Italiano, Slow Food Italia, Cirf, Aipin, Sigea, Aiab, Tavolo nazionale dei contratti di fiume Ag21 Italy, Federparchi, Gruppo 183.

Ogni autunno si ripetono, ineluttabilmente, eventi emergenziali che mettono a rischio territori e paesi, provocano vittime e danni. Crediamo che oggi sia improrogabile passare ad una seria e concreta politica di prevenzione e, contestualmente, aggiornare programmi e modalità di intervento alle nuove condizioni climatiche, tenendo conto di quanto successo nei territori in questi anni. Con la Conferenza Nazionale vorremmo anche accendere l’attenzione della politica sul tema del dissesto idrogeologico, a maggior ragione alle porte della campagna elettorale.
Legambiente intende ripartire dall’appello che abbiamo sottoposto all’attenzione del Governo due mesi fa, in cui chiedevamo di fermare le grandi opere inutili del Paese per mettere in campo un’efficace opera di prevenzione e mitigazione del rischio.

Scarica il programma

 

News: Convegno/incontro Ratifica Contratto Fiume Panaro. In data 13 dicembre 2012 alle ore 10,15 presso la Sala dei Grassoni della Rocca di Vignola si procederà alla firma de Contratto di Fiume - Paesaggio del Medio Panaro - Scarica il programma 

News: Convegno: Contratti di Fiume e Piani di Gestione delle acque e del rischio alluvioni. Processi accessori o strumenti attuativi? 14 settembre  2012 ore 9 Museo Civico Bassano del Grappa (VI) - Scarica il programma

News: In un video il contratto di fiume raccontato per immagini: WATERinCORE a Lucca "verso un Contratto di Fiume per il Serchio". On line la versione italiana   el video en versión española e il video nella  english version

News: Dopo il successo del VI Tavolo Nazionale di Torino del 3 febbraio scorso, abbiamo voluto prendere una ulteriore iniziativa per la diffusione dei CdF e da alcuni giorni abbiamo aperto una pagina Twitter dedicata ai Contratti di Fiume direttamente collegata al sito del Tavolo Nazionale dei Contratti di Fiume

https://twitter.com/#!/ContrattiFiume

L’obiettivo con il vostro contributo, è di creare uno spazio informativo sulla community dei Contratti di Fiume in Italia e sulla iniziative che si stanno sviluppando ormai in tutte le regioni, per avere una piattaforma di informazione e scambio in tempo reale. Siete quindi sollecitati a segnalarci iniziative di CdF nelle quali siete coinvolti e delle quali siete a conoscenza. 

News:Convegno su "Le fasce tampone come strategia per la riduzione dell'inquinamento dei corpi idrici" Firenze il 1 e 2 marzo 2012. Il Convegno è l'evento finale del progetto R.I.P.A.R.I. finanziato dalla Regione Toscana attraverso il POR FESR 2007-2013, che prevede la realizzazione di un sistema pilota di Fascia Tampone ed un sistema di monitoraggio  http://www.progettoripari.it/

NEWS: Disponibile a partire dal 15 gennaio 2012 il rapporto tecnico ISPRA n. 153/2011, in cui sono descritti e analizzati i dati finora raccolti nel corso del progetto “Inventario delle zone umide” e le indicazioni per la tutela degli ecosistemi acquatici. scaturite dalle attività svolte nell’ambito del Tavolo tecnico sulle zone umide e anche dal contributo di numerosi esperti che hanno partecipato a vario titolo e in diverse modalità alla realizzazione del documento. Nella pubblicazione al capitolo 8.5 (pag 402) compare un contributo di G. Zampetti - Legambiente e M. Bastiani - Tavolo Nazionale Contratti di fiume A21 Italy dal titolo: "I Contratti di fiume nella gestione e recupero delle zone umide". Il processo di affiancamento dei Contratti di Fiume a forme strutturate di manutenzione e recupero delle zone umide è già molto diffuso sia in Francia sia in Belgio (Le Contrat restauration entretien de rivières et zones humides).
Tra i principali elementi di ―successo‖, nell‘applicazione di questo strumento c‘è la capacità di efficientamento delle politiche d‘investimento pubbliche e l‘integrazione tra le diverse politiche d‘intervento sul territorio (ambientali ed economiche). Per questo i CdF sono una valida opportunità per affrontare il tema delle zone umide, attraverso un
impegno diretto con valore vincolante, rispetto a un regolamento generico, nella gestione e tutela di questi spazi naturali. Tale impegno, si basa sulla condivisione di un sistema articolato di obiettivi generali: proteggere, attraverso una gestione adeguata del territorio, il patrimonio naturale e il paesaggio; contribuire ad uno sviluppo economico sociale e culturale armonico ed in equilibrio con l‘ambiente; realizzare programmi di ricerca e azioni sul territorio, secondo la logica del miglioramento continuo; assumere l‘obbligo di una corretta informazione del pubblico. 

la pubblicazione sarà disponibile (scaricabile) sul sito dell’ISPRA http://www.isprambiente.gov.it e sul sito http://sgi2.isprambiente.it/zoneumide/#.


NEWS: 29 giugno 2011 A Bologna una giornata dedicata ai Contratti di Fiume - ore 11,00 Incontro organizzato dal Coordinamento Agende 21 Locali Italiane e dalla Provincia di Bologna, Sala riunioni della Provincia di Bologna, via San Felice 25 (primo piano), dedicato alle pubbliche Amministrazioni  e  ore 17:00, Incontro presso la libreria Irnerio, in Via Irnerio 27, dedicato a tecnici, associazioni e cittadini.- PRESENTAZIONE DEL VOLUME: CONTRATTI DI FIUME UN NUOVO STRUMENTO DI PIANIFICAZIONE STRATEGICA E PARTECIPATA DEI TERRITORI FLUVIALI - Pianificare in forma integrata e sinergica all’interno di un territorio fluviale, ha indubbi riscontri positivi, in particolare nella prevenzione di eventi estremi legati all’inquinamento delle acque o al rischio idrogeologico. I contratti di fiume segnano il passaggio dalla gestione del rischio e dell’emergenza alla copianificazione preventiva nei territori fluviali. Se ne parlerà con: M. Bastiani autore del volume e rappresentanti degli Enti locali, dell'Ordine Geologi, Ordine Agronomi e forestali, Ordine ingegneri, Ordine architetti, SIGEA, Coordinamento A21 Italy, legambiente dell'Emilia Romagna...

NEWS: 13-05-2011 CONVEGNO ITALIA-FRANCIA. IL CONTRATTO DI FIUME, UNO STRUMENTO PER TUTELARE E RISANARE I BACINI IDRICI. PRESSO AULA MAGNA DELL'ITIS "A. VOLTA", SPALTO MARENGO 42, ALESSANDRIA.
 

Nel corso degli ultimi anni si sta assistendo ad un cambiamento profondo delle condizioni climatiche percepite in modo evidente da fiumi e laghi. E occorre che la gestione del territorio si faccia sempre più attenta. La normativa prevede il raggiungimento entro il 2015 di uno stato di qualità ambientale "buono" di tutte le acque. La Regione Piemonte ha varato il Piano di Tutela delle Acque (PTA) per raggiungere gli obiettivi di riqualificazione dei corpi idrici e di sicurezza idraulica del territorio.  La Provincia di Alessandria individua nel Contratto di Fiume lo strumento più adatto a definire e sviluppare sul proprio territorio la conoscenza e le dinamiche del "mondo del fiume", non solo dal punto di vista ambientale ma anche socio-economico. Ulteriori nformazioni: Provincia di Alessandria - Uffico Conservazione Biodiversità, sito www.contrattidifiume.alessandria.it

NEWS: IN LIBRERIA DALL'11 MARZO 2011 IL LIBRO SUI "CONTRATTI DI FIUME PIANIFICAZIONE STRATEGICA E PARTECIPATA DEI BACINI IDROGRAFICI"  FRUTTO DELL'ESPERIENZA DEL TAVOLO NAZIONALE SUI CdF. Edito da Dario Flaccovio.

Disponibile in libreria il testo curato dall'arch. M. Bastiani, che raccoglie l'esperienza italiana dei contratti di fiume e pianificazione fluviale partecipata.

L’attenzione dell’opinione pubblica verso i fiumi viene tenuta “alta” solo in occasione di alluvioni, esondazioni e frane talvolta accennando alle cause, ma quasi mai incentrandosi su cosa fare per prevenire e ridurre questi fenomeni. Potremmo dire che la storia dei fiumi in Italia da diversi anni ruota tutta intorno alla gestione di emergenze, inquinamento, dissesti idrogeologici. Ma come sottolinea l’autore “accanto all’Italia rassegnata a questa perenne emergenza, esiste un’altra Italia capace di muoversi tra le mille difficoltà e pronta a reagire e a ridisegnare il proprio futuro”. È questa Italia “che vuole cambiare” che viene raccontata attraverso più di 20 esperienze realizzate in 11 regioni. I contratti di fiume come strumento di cambiamento possono contribuire a realizzare il passaggio da politiche settoriali a politiche integrate di riqualificazione ecologica, fruitiva e paesistica del sistema fluviale. Sono un fenomeno che non interessa solo tecnici, esperti e amministratori, ma intere comunità locali che ne diventano sempre più spesso promotrici e co-responsabili.
 

Clicca quì per saperne di più ed avere un'anteprima del testo 

 

“Gestione sostenibile dell’acqua attraverso l’accrescimento della responsabilità comune: i Contratti di fiume”. Lucca – 4 Maggio 2010 Provincia di Lucca - Palazzo Ducale 

 Workshop dedicato alla presentazione delle buone pratiche nella gestione delle risorse idriche attraverso l’utilizzazione dei principi di Agenda 21 Locale, allo studio sugli sviluppi di metodologie di gestione delle acque e dei piani di protezione degli ambienti acquatici, verrà inoltre illustrato l’effettivo stato di applicazione delle direttive comunitarie 2000/60/CE e 2006/118/CE. 

Infrormazioni per partecipare al workshop:  Sandra Paterni, tel. 39 0583 417304 sandra.paterni@provincia.lucca.it 

 

 

Luoghi, Paesaggi e terre d'acqua Umbertide, 5 maggio 2010

Il Comune di Umbertide ha organizzato una discussione sul tema Luoghi, Paesaggi e terre d'acqua per il 5 maggio alle ore 16 presso il Centro per le energie rinnovabili e sostenibilità "Mola Casanova" (ex mulino Gamboni) ad Umbertide. Scarica l'invito alla giornata

 


Stampa  

Credits Riduci

Coordinamento tecnico-scientifico e gestione sito:

Stampa  

Home:Cos'è un Contratto di fiume:Gruppo di lavoro:Riunioni gruppo tecnico:1° Tavolo Nazionale:2° Tavolo Nazionale:3° Tavolo Nazionale:4° Tavolo Nazionale:5°Tavolo Nazionale:6° Tavolo Nazionale:7° Tavolo Nazionale:8° Tavolo Nazionale:Mappa fiumi Tavolo:Programmi europei:Documenti:Bibliografia:Contatti
Copyright (c) 2008 Condizioni d'Uso Dichiarazione per la Privacy